Giornata della memoria 27.01.2023

Giornata della memoria 2023

Siamo partiti cantando

"Siamo partiti cantando" è il titolo di un libro di Matteo Corradini, che racconta la storia di Etty Hillesum. Deportata ad Auschwitz, lascia l’Olanda e ha con sé, nello zaino, la Bibbia e una grammatica russa, la lingua della madre. Lascia cadere dal treno diretto al campo una cartolina postale, indirizzata all’amica Christine van Nooten, datata 7 settembre 1943: “Abbiamo lasciato il campo cantando, papà e mamma molto forti e calmi, e così Misha. Viaggeremo per tre giorni.
Arrivederci da noi quattro”.
Etty non tornerà più: morirà ad Auschwitz due mesi dopo, il 30 novembre 1943. Non aveva ancora
trent’anni.
Gli allievi della scuola media Severi quest’anno, ispirandosi al libro di Matteo Corradini, hanno realizzato una grande installazione diffusa:  binari disegnati con gessetti colorati nel cortile della scuola che i ragazzi hanno percorso con gioia e cantando.

L'obiettivo è stato ricordare, ricordare che i treni portatori di morte, possono essere trasformati in treni portatori di vita, in cui gli unici e veri protagonisti del cambiamento, siamo noi. 

guarda il video

Giornata della memoria 2022

immaginate di essere bambini,

immaginate di essere soli,

immaginate di trovarvi in luogo da quale non è possibile andare via,

immaginate di non avere mai visto un albero,

immaginate  come potrebbe essere la vostra vita se solo foste una farfalla.

immaginate di essere solo voi, un foglio e la vostra fantasia....

La Severi quest'anno, nel giorno della memoria, ha voluto ricordare i bambini del campo di Terezin.

La galleria riporta foto dei lavori svolti dai ragazzi delle scuola media di Rigutino e della sede.

guarda anche il video..

Giornata della memoria 2021

“E avvenuto, quindi può accadere di nuovo: questo è il nocciolo di quanto abbiamo da dire”, così  ha detto e pensato Primo Levi;  da qui la necessità e l’urgenza di tenere viva la memoria.

La Severi, in occasione della Giornata della memoria, propone ai propri allievi, una serie di attività perchè, come ha ricordato il presidente Mattarella: “ricordare esprime un dovere di umanità e di civiltà”.  La nostra biblioteca consiglia quindi una serie di letture, allo scopo di coniugare storia e immaginazione: la lettura come arma  potente contro l’odio e l’oblio.

 

video – lettura di “Bruno. Il bambino che imparò a volare” di Nadia Terranova - legge la prof.ssa Ilaria Gradassi 

In raccordo, primaria e secondaria, abbiamo inoltre allestito la mostra "L'alfabeto della memoria". Ogni classe ha ricevuto una "lettera" intorno alla quale ha colorato, attaccato, disegnato l'importanza di ricordare. Un lavoro corale di grande sensibilità, sintetizzato nel book digitale prodotto dai ragazzi della 3G che ringraziamo.

 

giornata della memoria 2022

Ultima modifica il 28-01-2023